Tête de la Tronche
  • Hotel: Planibel
  • Destinazione: Tête de la Tronche
  • Durata: ore 5,30 - 6
  • Difficoltà: E
  • Partenza: Neyron
  • Valle: Ferret (Val)
  • Gruppo: Monte Bianco
  • Attacco sentiero: subito dopo il ponte sulla Dora di Val Ferret
  • Altitudine partenza: 1619
  • Altitudine arrivo: 2584
  • Dislivello: 965
  • Esposizione: varia
  • Punti di appoggio: Rifugio Bertone
  • Note:

    Sentiero balcone del Mont de la Saxe 

    Percorso ad anello

    Lasciata l’auto poco oltre Planpincieux (1578 m), attraversare il ponte sulla Dora di Ferret e percorrere prima la strada sterrata, con Neyron (1623 m) a sinistra e Mayencet a destra, che sale tra i pascoli sovrastanti verso il Rifugio Bertone, segnavia 31.

    IMG_2539 Alla partenza su strada sterrata

    Trascorsi poco minuti si  oltrepassa il bivio con il sentiero 30, posto a sinistra, da non prendere.

    IMG_2473 Bivio con il sentiero 30 da non prendere

    Si prosegue fino a raggiungere gli alpeggi inferiori di Leuchey (Leuchey desot), posti a 1796 m, in circa 30 minuti.

    DSCF1422 Rododendri e Grandes Jorasses

    Si continua per il segnavia, si ignora la traccia che scende verso la valle, segnavia 32. Nella curva inizia il sentiero che conduce a Leuchey damon, 1933 m.

    DSCF1457 Facile tratto di sentiero dopo la svolta con sullo sfondo il Miage

    IMG_2554 Indicazioni

    IMG_2557 Bel sentiero

    Si aggirano le pendici del Mont de la Saxe.

    IMG_2562 Scorci bellissimi 

    Dopo un breve tratto più esposto, con scorcio sull’ingresso del tunnel del Monte Bianco, si giunge a un dosso erboso, posto a 2045 m, in 1,30 ore. Lì è posta una tavola orientativa.

    Variante: da questo punto, se si vuole, tramite un breve tratto di discesa si raggiungono gli alpeggi di Le Pré e il rifugio Bertone (1996 m) dove si trova un fontanile.

    IMG_2567 Rifugio Bertone

    Dalla tavola orientativa si segue la traccia a sinistra che risale il ripido crinale erboso del Mont de la Saxe, segnavia 42, tracciato del T.M.B. e dell’Alta Via Numero 1.

    IMG_2566 Subito ripido!

    Lungo il tragitto si domina l’abitato di Courmayeur.

    IMG_2570 In basso si vede Courmayeur

    Il sentiero sembra, in alcuni passaggi, terminare in cielo, con sullo sfondo il Monte Bianco.

    IMG_2572 Verso il cielo Monte Bianco

    Si giunge infine sul crinale erboso del Mont de la Saxe (2268-2348 m) e si percorre la lunga dorsale arrotondata.

    IMG_2583 Lunga dorsale con al fondo la Testa Bernarda, 2533 m

    IMG_2588 Le Grandes Jorasses

    Si prosegue in direzione nord-est lungo l’evidente sentiero lambendo alcune pozze d’acqua e superando alcuni paravalanghe in legno.

    IMG_2600 Sulla dorsale con sullo sfondo il ghiacciaio del Miage

    IMG_2595 Pozze d’acqua

    Dopo si taglia con una lunga diagonale la base della Testa Bernarda, e si prosegue verso la cima alla Tête de la Tronche (2584 m). Prestare un po’ di attenzione al lungo traverso finale, specie a inizio stagione in caso di nevai.

    IMG_2606 Itinerario di salita con sulla sinistra cornici di neve

    IMG_2608 Ultimo tratto della salita alla Tête de la Tronche

    Da qui si gode di un eccezionale panorama su tutta la catena del Monte Bianco.

    IMG_2612  Aiguille de Leschaux

    Veduta della catena Foto presa da Camp to camp

    Discesa: prima verso il Col Sapin (2436 m), discesa in cui prestare attenzione per la pendenza decisa. Ci si dirige verso Tsa de Sécheron superando il Torrent d’Arminaz.

    IMG_2644 Parte alta della conca con il torrente d’Arminaz

    Dopo un percorso a mezzacosta si gira a sinistra verso le baite di Arminaz sul sentiero indicato dal segnavia 30.

    IMG_2653 Bivio per Arminaz 

    Si raggiungono gli alpeggi di Léche (1902 m) e tenendosi sulla destra si scende verso Neyron/Mayencet, mancano 45 minuti all’arrivo.

    IMG_2554 Verso Mayencet

    IMG_2663[1] Carta del percorso

    Carta del percorso tratta dal bel numero sul Monte Bianco italiano di Meridiani Montagne.

    L’itinerario, essendo lungo, richiede un discreto allenamento fisico

    Variante discesa: sul medesimo itinerario della salita.