alpinismo alpinismo
  • Valle: Gressoney (Valle di)
  • Data: 11/08/2010
  • Difficoltà:
  • Con chi: Giorgio, Federico e Luca Bertin, Federico e Nicol
  • Inserita da: Roberto Gardino [visualizza profillo]
  • Condizioni meteo: Tempo bello
  • Racconto:

    Piramide Vincent

    Piramide Vincent è una elegante vetta piramidale di roccia e ghiaccio alta 4215 m. Il versante nord-ovest, lungo il quale sale la via normale, è interamente nevoso. Pernotto al rifugio Mantova, da poco ristrutturato, molto bello, un po’ caro. Itinerario facile, difficoltà: F (35°).

    Dal rifugio Mantova risalito il ghiacciaio fin sotto al rifugio Gnifetti (guardando il rifugio a destra dello stesso). Aggirato il rifugio sulla destra per pendii non ripidi e raggiunta un’ampia zona pianeggiante, con qualche piccolo crepaccio. Proseguito attraversando l’intero plateau in direzione del margine sud-ovest della Piramide Vincent.

    Risalito quindi il ghiacciaio del Lys inizialmente in diagonale verso sinistra, lungo una rampa un po’ ripida, poi su pendenze più moderate, senza mai allontanarsi troppo dalle ripide pendici della Vincent. Superata una serie di dislivelli irregolari (30°/35°) si raggiunge la conca nevosa sottostante il Balmenhorn.

    Abbandonata sulla sinistra la traccia principale diretta verso il Colle del Lys e piegato verso destra, lungo un avvallamento in moderata pendenza, in direzione del Colle Vincent (4088 m). Poco prima di raggiungerlo, rivolti di nuovo a destra, risaliti l’ampio versante nord-ovest della Vincent costituito da un pendio di neve uniforme, non difficile, trovato ben tracciato, davanti a noi due cordate, altre superate salendo. Nel tratto finale la pendenza aumenta di poco, arrivati in vetta in 2.15 ore.

    Dalla vetta discesa verso il colle sottostante e risalita verso il Cristo delle vette (Balmenhorn), l’ultima parte rocciosa e attrezzata fino a giungere sulla vetta dove c’è un piccolo rifugio. Ridiscesi e poi saliti fino al colle del Lys. In discesa seguito l’itinerario di salita.