escursionismo escursionismo
  • Valle: Germanasca (Val)
  • Partenza: Bout du Col
  • Destinazione: Gran Queyron e Cima Frappier
  • Regione: Piemonte
  • Difficoltà: EE
  • Durata: ore 4
  • Gruppo: Queyron-Albergian-Sestrière
  • Attacco sentiero: 210
  • Altitudine partenza: 1700
  • Altitudine arrivo: 3061
  • Dislivello: 1361
  • Esposizione: sud-sud-est
  • Punti di appoggio: nessuno
  • Note:

    Gran Queyron e Cima Frappier

    Partenza dalla borgata Bout du Col (1700 m circa), pochi chilometri di strada sterrata oltre  Giordano di Prali. Ampio parcheggio in prossimità della malga. Si prende la stradina sterrata leggermente in discesa a destra della malga e circa 200 metri dopo, in prossimità del ponticello, sulla sponda opposta c’è l’attacco del sentiero (210).

    Dopo poco più di un’ora si raggiunge un’ampia radura (quota 2200 m circa) dove si incontra un bivio: trascurare la deviazione per il Rifugio Lago Verde e seguire Passo Frappier. 

    Dopo un lungo traverso sotto la dorsale che scende dalla Punta Rasin (trascurare un’altra deviazione per il Rifugio Lago Verde, seguendo sempre per il Passo Frappier), il sentiero riprende a salire con continue svolte e, a quota 2700 m circa, si incontra una vena d’acqua dove è possibile ricaricare le borracce.  

    Si raggiunge quindi il Passo Frappier (2894 m). 

    Svoltando a sinistra, per tracce di sentiero, si percorre integralmente l’ampia dorsale che porta fino alla cima (3060 m).

    Si ridiscende per cresta fino al passo e di lì si risale con una traccia di sentiero piuttosto ripido fino alla Cima Frappier (3006 m). Si può optare per un ritorno sulla stessa via dell’andata, oppure per un ritorno “ad anello” attraverso il Vallone della Longia, al quale si arriva ridiscendendo al Passo Frappier e poi seguendo il sentiero (ben indicato) che muove in direzione est verso il Passo della Longia (2817 m). 

    E’ anche possibile tagliare direttamente dalla Cima Frappier per sfasciumi verso il sottostante Passo della Longia, ben visibile.

    Durante la discesa nel Vallone, poco sotto il passo, si incontra una sorgente (attiva anche in periodi di forte siccità).

    Si prosegue la discesa lungo il sentiero fino alla borgata Judassad, e da lì, risalendo la strada sterrata per alcuni minuti, si ritorna a Bout du Col.

    Il dislivello complessivo finale è di circa 1500 m.

  • Mappa:
Gite collegate al presente itinerario
Data Valle Destinazione Modo
06/09/2017 Germanasca (Val) Gran Queyron e Cima Frappier escursionismo