escursionismo escursionismo
  • Valle: Varaita (Valle)
  • Partenza: Sant'Anna di Bellino
  • Destinazione: Maniglia (Monte)
  • Regione: Piemonte
  • Difficoltà:
  • Durata: 4 h
  • Gruppo: Mongioia
  • Attacco sentiero:
  • Altitudine partenza: 1882
  • Altitudine arrivo: 3177
  • Dislivello: 1295
  • Esposizione: nord-est
  • Punti di appoggio:
  • Note:

    Inizialmente si seguono le indicazioni “Colle di Bellino”, all’altezza del ponte sul Varaita, procedendo in direzione di Pian Ceiol, verde pianoro che introduce alla gola delle Barricate. Benché splendido, è l’unico pezzo in cui va prestata particolare attenzione allo stato della roccia su cui è intagliato il sentiero. Neve, verglas o acqua possono rendere scivoloso il terreno, esposto in alcuni punti sulla gola sottostante.

    Una catena in posto aiuta i punti più “ostici”.

    Poi un lungo cammino, sino alle grange dell’Autaret, in una valle verde fuori dal tempo, in un misto di saliscendi che conduce fino al fondo del vallone. Si va ora in direzione del Colle di Bellino, seguendo le indicazioni “Colle dell’Autaret”. Inizia qui la camminata in salita, con un bello strappo (traccia evidente e indicazioni “Maniglia” su sasso) sino alle Basse di Terrarossa (2838 m), colle detritico caratterizzato dall’intenso color rosso del pietrisco.

    La cima è ormai visibile, anche se mancano 300 m vi aspetta una lenta salita su china erbosa/detritica, fino all’anticima del Monte Maniglia, più ampia e spaziosa della vetta vera e propria, che si raggiunge facilmente pochi metri più avanti.

    Panorama spettacolare sull’Aiguille e Brec de Chambeyron, Monti Salza e Maniglia e tra gli altri in lontananza più a Nord il Monviso.

  • Mappa:
Gite collegate al presente itinerario
Data Valle Destinazione Modo
18/09/2004 Varaita (Valle) Maniglia (Monte) escursionismo