Archivio per tag: Giussani

Nebbia

Un ricordo delle vacanze di Gioventù Studentesca negli anni ’60, dal libro “Ho trovato quello che stavamo cercando” (Jaka Book) 

Nelle vacanze estive a Madonna di Campiglio si alternavano giornate di gite con giornate in albergo; una mattina al risveglio eravamo avvolti dalle nuvole, quindi niente gita prevista; ci sarebbero stati giochi, canti e altro; poco prima di pranzo si seppe che ci sarebbe stato un “raggio” dal titolo Nebbia!… sgomento mio con gli amici: cosa dici se non che con la nebbia non vedi niente?! Don Giussani fece della sintesi dei nostri balbettii incerti una delle più belle e forti lezioni sulla ONTOLOGIA DELL’ESSERE – che solo anni dopo avrei potuto definire così – che ci prese il cuore perché ci spiegò come la nebbia quando noi non vediamo nulla (dolore, rancore, distanza, fatica, ecc., della nostra vita) Dio c’è, continua a esistere e continua il suo amore creatore, “continua a farci essere”, esattamente come le montagne che noi nella nebbia non vediamo, ma restano lì, al loro posto e con la loro funzione. Imparai che per il Gius tutto, anche la cosa più banale e apparentemente insignificante, era spunto per riconoscere la relazione coll’Essere supremo. (Maria Luisa Magnaghi)